REDI CASARSA

è un artista con all'attivo oltre 60 anni di inesauribile creatività e con un percorso culturale che lo ha visto, sin da giovane, impegnato a rappresentare la realtà attraverso le lenti della sua straordinaria e raffinata sensibilità

Classe '42, nasce a Tavagnacco (Udine).
Figlio di un pittore decoratore e cresciuto in un periodo  di rinascita culturale, rivela molto presto la sua passione per il disegno e la pittura e, frequentando la Scuola d'arte 'Giovanni da Udine', si forma attraverso la guida della mirabolante ricchezza artistica del Maestro  Dino Basaldella, nella sua città natale.

Alla fine degli anni 50, il suo talento viene messo alla luce dalla stampa regionale e nel 1961, a soli 19 anni, vince il primo premio di un concorso internazionale di grafica per l'industria vetraria belga, portandolo a vivere la sua passione per 30 anni nel nord Europa.

Le prime esperienze

L’evento presso la 'Galerie Reflets' di Bruxelles, nel 1963, costituisce la prima esposizione del ciclo di mostre personali che il pittore ha sviluppato nel corso della sua carriera artistica.

Per continuare a distinguersi in Italia, nel 1967 vince il primo premio del concorso internazionale 'Ex Tempore' di Rigolato, successivamente, la sua arte sarà un continuo riconoscimento con affermazioni e premi, collezionando centinaia di mostre personali e collettive.

Luci e ombre

È sopratutto attraverso il disegno che l'artista attira inizialmente l'attenzione del pubblico; una grafica da espressionista, che rivela una personalità 'tempestosa', la stampa dell'epoca lo colloca in un "periodo tragico" ed il critico d'arte Jean Borzé evoca la sua arte 'un mondo di sofferenza, di minacce e di paura'.

Oggi siamo lontani da queste considerazioni, alla luce delle opere appese alle pareti delle gallerie, che rivelano un senso innato della composizione ed una perfetta padronanza del colore. 

Protagonista è il colore

Con gli anni 70, complice i suoi numerosi viaggi, l'artista ricerca nella pittura un'espressione maggiormente realistica e più slegata dal contesto storico artistico, più incline alla libertà espressiva. 

Con il susseguirsi degli anni, principalmente dagli anni 90, si alimenta una vena paesaggistica, una concezione di arte e un approccio ad essa completamente personali; realizzando lavori carichi di simbolismi che necessitano di un’esegesi accurata, che ci spingono a scendere nella profondità dell’anima. 

Una pittura pensata per indagare e presentare altrettanti modi di intenderla oggi.

Una pittura dove il vero processo creativo non finisce con il posare del pennello ma continua con l'occhio di chi la osserva

Ad oggi, il suo atelier abbonda di quadri dal lineare disegno ornato, dall'innato rilievo prospettico e dal nitido colore vibrante di luce. 

Diverse sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private, in Australia, Austria, Belgio, Francia, Regno Unito, Italia, Svizzera, Stati Uniti d'America, Rep. del Congo, Croazia e Slovenia.

Fra campi di lavanda, paesaggi marittimi e scorci assai suggestivi, l'artista giunge a perfezionare la sua innata propensione verso l’equilibrio e l’armonia e ci coinvolge in un affascinante iter creativo che bene si può inquadrare in un moderno realismo contraddistinto da un'evidente originalità che, con personalità, ci seduce e ci emoziona.

 


 

Titolarità esclusiva © Casarsa Redi. Tutti i diritti riservati.

Informativa alla privacy